Motogp Brno 2015

In Repubblica Ceca Jorge Lorenzo annichilisce gli avversari con un gara perfetta ed agguanta il compagno in vetta alla classifica, Marquez chiude secondo e Rossi, ancora un volta, sale  sul podio anche se distaccato. La Ducati sfiora il terzo posto con uno Iannone sfortunato, mai quanto Pedrosa però che propone a Dorna di organizzare una gara a Lourdes. All'interno dell'articolo vi racconto cosa ho visto durante prove e gara.

Jorge Lorenzo a Brno bastona tutti fin dalle prove (serve davvero che vi dica che gomme la Bridgestone ha portato qui?) lasciando agli avversari ben poco. Impressiona il ritmo ma soprattutto la convinzione dello spagnolo, la vittoria era così tanto nell'aria da predisporre dei poster commemorativi, alla faccia della scaramanzia! Agli altri non resta che pregare San Bridgestone perchè piegare un Lorenzo così a posto sulla moto diventa impresa impossibile anche per un mastino come Marquez. Rossi vede subito scappare i due avversari e chiude ancora sul podio, anche se a dieci secondi dal compango, ma questa volta non basta più, a fine gara lui e Jorge sono a pari punti nel mondiale ma Valentino ha vinto di meno e quindi è secondo. Iannone cerca di vincere il trofeo sfortuna mancando il podio per soli tre secondi nonostante abbia fatto tutta la gara con la moto menomata dai tromboncini bloccati, ma in questo campo non c'è storia, a jella vince sempre Pedrosa che nelle prove viene lanciato in aria dalla sua moto per una perdita d'olio e si infortuna ad un piede.
Capitolo commentatori e giornalisti, qualche gara fa con Rossi vincitore e Lorenzo terzo si era parlato di Valentino lanciato verso il decimo titolo e di un Jorge in crisi psicologica sopraffatto dalla pressione del compagno. Oggi sono a ruoli invertiti e all'interno di un commento degno di un funerale si parla solo di un Lorenzo noioso perchè vince senza divertire... detto dagli stessi che saltavano sul divano quando Rossi vinceva con tre giorni di vantaggio su Ukawa... insomma al solito se li incrociassi per strada non saprei mai da quale parte guardarli per vedere la faccia...

Jorge Lorenzo: semplicemente uno schiacciasassi, a vederlo guidare è talmente preciso e pulito che pare non stia nemmeno andando forte e invece... weekend perfetto, pole, vittoria e vetta del mondiale anche se a pari punti. A fine gara gli chiedono dei prossimi appuntamenti e del mondiale e lui non ha dubbi, con queste gomme posso giocarmi podio e vittoria in tutte le gare dice... messaggio chiaro, gli avversari sono avvisati, quando Lorenzo è in questo stato è difficile da battere.

Marc Marquez: prova a replicare la tattica di Indy, si incolla a Lorenzo e cerca di non mollarlo, sul saliscendo ceco però non funziona e dopo pochi giri perde il treno vedendo l'avversario sempre più piccolo e lontano. Per lui il secondo posto è una mezza sconfitta perchè guadagna qualche punto su Rossi me ne perde da Lorenzo ed un altra gara se ne è andata. Per altro vedendo quanto forte, e con che costanza, è andato Jorge penso che Marc a fine gara abbia acceso un cero alla Bridgestone sperando che nelle prossime gare riporti le gomme odiate dal maiorchino.

Valentino Rossi: gira abbastanza forte già nelle libere, e per lui non è consueto, e si qualifica in prima fila, e questo è ancora più raro, tanto da incutere del timore agli avversari. Dura poco però perchè vanifica tutto con una pessima partenza e poi non gira mai sul passo del compagno. Gli espertoni giornalisti dicono che Dovizioso gli ha fatto perdere la gara e... mentono sapendo di mentire, quando Valentino si è liberato di Andrea aveva poco più di due secondi di distacco da Jorge che a fine gara sono diventati più di dieci... fate voi. Il lato positivo è che quando a Rossi va male arriva comunque un podio ma nelle prossime gare potrebbe non bastare più, il gruppo di candele accese accanto al cero a San Bridgestone sono sue...

Andrea Iannone: merita i complimenti e tanti anche, manca il podio per soli tre secondi e ne rifila quasi altrettanti al compagno, tutto questo con una moto fin dal via azzoppata da un problema ai tromboncini del motore... vien da pensare che avrebbe potuto giocarsela con Rossi! Restano altri punti buoni portati a casa che gli permettono di consolidare il quarto posto in campionato.

Daniel Pedrosa: arriva su una delle sue piste preferite e cosa succede? Nelle libere la sua moto perde olio e lo lancia sulla luna con conseguente infortunio ad un piede, sul suo olio cade poco dopo anche Rossi che però non si chiama Pedrosa e quindi ne esce illeso. Dani parte dietro e nonostante le condizioni fisiche si prodiga in una bella rimonta, il grosso dei sorpassi di oggi sono suoi. In queste condizioni il quinto posto ci può stare e poi merita il bonus per averci fatto divertire con la sua rimonta. Se ci fosse un titolo mondiale sulla jella lui sarebbe campione.

Andrea Dovizioso: dopo una fila di gare sfortunatissime questa volta la jella tocca al compagno, lui però non ne approfitta e non approfitta nemmeno del supermotore nucleare che la Ducati gli fornisce e si fa fregare sia dal compagno che da Pedrosa... sembra aver perso un pò la rotta, urge una bussola!

Bradley Smith: al via parte a palla di cannone e si insedia al terzo posto, il suo ritmo però è più alto di quello degli avversari e via via arretra fino a difendere un settimo posto. Batte il compagno di poco più di un secondo ma intanto lo batte ancora una volta ed il primo dopo i sei ufficialissimi è ancora una volta lui. Il quinto posto in classifica è a rischio con Dovizioso e Pedrosa che rampano dietro, però pare davvero difficile chiedergli di più.

Fratelli Espargarò: entrambi sembrano aver perso lo smalto dei giorni buoni, le prendono spesso dai rispettivi compagni e le loro prestazioni non sembrano più alla loro altezza... va bene volersi bene, va bene supportarsi a vicenda, ma copiarsi anche nel non riuscire ad andare forte non pare una grande idea... urge riscatto, per entrambi! (So che Vinales alla fine è caduto, ma prima dell'errore era ben davanti ad Aleix)

Danilo Petrucci: continua a lavorare bene ed i risultati arrivano, ancora una volta nei dieci posizione che occupa anche nel mondiale, vorrei tanto vederlo sulla GP15, secondo me merita ampiamente il rinnovo!

INFORMATIVA

Questo sito NON fa uso di cookies di profilazione, ma utilizza cookies di terze parti (social share e google analytics).
Cliccando su “accedi al sito” si presta il consenso all’utilizzo dei cookies di terze parti.