Pozzecco deve restare

Per me Pozzecco deve restare sulla panchina di Varese, lo dico subito, chiaro. Sì è concluso il girone di andata della serie A1 di Basket ed il bilancio per la Openjobmetis Varese non è dei più rosei, sei vittorie e nove sconfitte in quindici partite, risultati simili sono più di una volta costati il posto ad un allenatore.

Ed infatti, fino a settimana scorsa, le voci di una sostituzione del "Poz" si stavano facendo insistenti ed alcuni tifosi cominciavano a chiederla, per fortuna la bella vittoria ad Avellino ha calmato le acque. Dico "per fortuna" per un motivo preciso, cambiare allenatore, secondo me, sarebbe stato, e sarebbe, un errore gravissimo. Partiamo da lontano, dalla scelta di affidare la panchina di Varese al Poz, le motivazioni sono sostanzilmente due, una di marketinkg,, il nome Pozzecco a Varese risveglia grossi ricordi e richiama tifosi e sponsor, e la seconda, quella di puntare su un allenatore giovane, con poca esperienza ma tanta voglia di fare. L'idea è più che condivisibile, tocchi i cuori della gente e prendi un allenatore che può fare un percorso assieme alla squadra perchè deve crescere e perchè è affezionato alla piazza. Non è una cosa da poco per una società come Varese che non ha grossi budget e appena un giocatore o un allenatore si mettono in luce finisce per perderli. D'altro canto, pur avendo fatto bene in A2 con l'Orlandina, è inevitabile che Pozzecco pecchi di inesperienza ed abbia bisogno di tempo, per questo se prendi un allenatore come Gianmarco e lo sostituisci a metà stagione non sai fare il tuo lavoro e non hai capito niente.
Per altro se si guarda alle singole partite a volte è stata proprio l'inesperienza a condannare Varese, rimontata e sconfitta a fil di sirena per un niente ma, nel complesso, grazie anche ad una classifica cortissima, Varese è sì nelle ultime posizioni ma anche a soli due punti dalla zona playoff, insomma guardando avanti non si è messi nemmeno così male. A giustificazione dell'allenatore va anche messa un bella dose di sfortuna, soprattutto con gli infortuni, Varese nel rooster ha due giocatori di esperienza, Kangur e Diawara, entrambi capaci di fare la differenza, Pozzecco ha perso il primo appena iniziato il campionato ed ora, che si avvicina il rientro dall'infortunio, ha perso anche il secondo per un guaio all'occhio causato da un contatto di gara. A questo va aggiunto che i due Playmaker, Deane e Robinson, non hanno reso quanto ci si aspettava tanto che alla fine Robinson ha perso il posto. A dire il vero, tra i due, meritava di rimanere più Robinson, che pur creando poco gioco quantomeno marcava parecchi punti, probabilmente a pesare sulla scelta è stato il passaporto di Deane.
Insomma, tirando le somme, direi che una sostituzione di Pozzecco sarebbe accettabile solo con Varese in zona retrocessione a poche giornate dalla fine, ed invece stiamo solo per iniziare il girone di ritorno, per di più con in arrivo dagli States un nuovo Play, Maynor, che speriamo possa dare a Varese quel gioco mancato fino ad ora. Diamo tempo al Poz di imparare dai propri errori e speriamo possa riuscire a far crescere questa squadra, la Coppa Italia è oramai persa ma i Playoff sono ancora ampiamente alla portata e sono un obbiettivo necessariamente da raggiungere per poter cercare di dare continuità anche nella prossima stagione.

INFORMATIVA

Questo sito NON fa uso di cookies di profilazione, ma utilizza cookies di terze parti (social share e google analytics).
Cliccando su “accedi al sito” si presta il consenso all’utilizzo dei cookies di terze parti.